Il Chirurgo di Napoleone

La vita di Dominique-Jean Larrey, così’ ricca di umanità e di episodi eroici, potrebbe tranquillamente ispirare un romanzo o la sceneggiatura di un film.
Larrey, in una speciale classifica a categorie della storia della chirurgia, arriverebbe sicuramente primo in quanto ad altruismo, abnegazione e spirito di sacrificio. Senza dubbio fù il più grande chirurgo militare della storia e, lo confesso, il mio eroe-chirurgo!

Biografia

Rimasto orfano poco più che adolescente, fu’ allevato da uno zio chirurgo e ben presto inizio’ la sua lunga carriera che lo porto’ a diventare capo chirurgo della Grande Armeè ed a condividere con Napoleone tante campagne militari.

il-medico-di-napoleone-LarreySprezzante del pericolo ed unicamente interessato a salvare quante più vite possibili, sfido’ la morte innumerevoli volte nei campi di battaglia. Amato dai soldati francesi e rispettato dai nemici, venne definito dall’Imperatore “l’uomo più’ meritevole e retto che abbia mai incontrato”. Curo’ senza distinzione sia feriti francesi che di altri eserciti, a volte combattendo pur di salvare dei soldati colpiti in guerra.

Fu’ l’inventore delle ambulanze da utilizzare durante le battaglie, salvando centinaia di uomini, che altrimenti sarebbero morti dissanguati o abbandonati. Organizzo’ nei dettagli questo servizio ausiliario durante la campagna d’Italia nel 1979, quando Napoleone lo chiamo’ a far parte del suo esercito.

Dopo la disfatta di Waterloo, nel 1815, Larrey fu’ ferito e catturato da soldati prussiani e condannato a morte da un loro generale. Subito prima dell’esecuzione un chirurgo dell’accampamento riconobbe il collega francese e riuscì a convincere il generale a liberarlo.
Dominique Larrey e’ commemorato nell’Arco di trionfo a Parigi